giovedì 23 marzo 2017

Rubare per l'anarchia

La storia di Alexandre Marius Jacob e della sua banda "I lavoratori della notte", la storia di un ideale anarchico. Rapinatore di centinaia e centinaia di ville, di chiese e di castelli dopo l'arresto passa da nemico del popolo ad eroe dello stesso con una grande personalizzazione del processo. Quando gli imputati cantano tutti assieme "L'Internazionale". Il racconto sempre interessante, per qualche pagina galleggia sui semplici dati delle rapine poi decolla con il processo, attraendo l'attenzione del lettore finchè non arriva alla parola fine. E qui entra in scena Arsenio Lupin.

Cavallo rosso


mercoledì 22 marzo 2017

I cento passi

Un film imprescindibile, una storia affascinante terminata presto in modo drammatico e silenziato dagli avvenimenti nazionali. Colonna sonora eccezionale e grande interpretazione di Luigi Lo Cascio nel ruolo di Peppino Impastato. La lotta di un ragazzo contro la mafia. Una storia dimenticata ma non da chi ancora crede in un mondo migliore. Uscendo dal cinema la prima volta che lo vidi, una signora mi chiese "ma non è una storia vera?". Peppino Impastato è stato ucciso il 9 maggio 1978 ... Aldo Moro è stato ucciso il 9 maggio 1978.

Guardia forestale


Expo di Saragozza

http://www.marcocavallini.it/saragal5.html#expo
Sono online un'altra ventina di immagini sull'Expo di Saragozza.

lunedì 20 marzo 2017

Politiche del disastro

Enolibreria Chourmo
Via Imbriani 56 – Parma
Presentazione del libro di Silvia Pitzalis
Politiche del disastro
Poteri e contropoteri nel terremoto emiliano
Interventi dell’autrice e di Tifany Bernuzzi
Che cos'è un disastro e come si manifesta? Quali poteri emergono e vengono alimentati nei contesti colpiti? È possibile un dialogo tra istituzioni e cittadini sui modi di affrontare le conseguenze? È possibile elaborare forme di autorganizzazione in risposta alla catastrofe volte a rigenerare l'esistenza di fronte alla violenza degli eventi e offrire anche soluzioni alternative rispetto a quelle istituzionali? Attraverso l'analisi etnografica, il lavoro di Silvia Pitzalis si propone di rispondere a queste domande, assumendo il terremoto dell'Emilia del maggio 2012 come caso di studio utile a ricavare indicazioni di carattere generale.
Info sulla Rassegna "Critica del presente" organizzata da Centro Studi Movimenti.

Strada ariosa


domenica 19 marzo 2017

Reportage sul Newroz di Parma

http://www.marcocavallini.it/parmanew.html
E' online il reportage fotografico sui festeggiamenti del Newroz, il capodanno kurdo, a Parma.

Anno 2017 - parte 12

L'arrivo di Salvini a Napoli ha scatenato un pandemonio con scene di guerriglia in strada. Il Pd renziano accusa di fascismo il sindaco napoletano DeMagistris per aver cercato di boicottare la presenza dell'istrione leghista. Un'accusa del genere da parte di chi in tre anni ha cercato di distruggere la democrazia, da chi ha un concetto decisamente autoritario e antidemocratico del potere, è decisamente penosa. Si può criticare la violenza ma certi personaggi non possono certo accusare altri delle proprie peculiarità! Qualcuno fa degli strani paralleli con la proibizione che molti paesi stanno esercitando circa i comizi elettorali che vorrebbero fare i ministri turchi a casa loro. Mi sembra molto differente!
In autogrill : "Un caffè" "Vorrebbe provare il nostro nuovo caffè con la crema di nocciola?" "No, un caffè normale e un grattaevinci da 3 Euro."  "Vorrebbe provare se è piu fortunato con un  grattaevinci da 5 euro?" "No, un grattaevinci da 3 euro e un'acqua minerale gassata, l'acqua minerale me la prendo io, quella gassata e non lo champagne!!!"
Anche il museo di Mosul poco conosciuto ma con reperti storici fondamentali ed unici è stato quasi completamente distrutto da ISIS.
C'era una volta una bella famiglia poi un figlio ambizioso sposò la figlia di un infame usuraio e questa pseudo persona si aprì la strada con ricatti e cominciò a rubare tutto il possibile, soldi, quadri, mobili antichi, gioielli e adesso si è messa in testa di lucrare vendendo un bene di famiglia a personaggi sospettati di mafia, ovviamente con del nero da imboscare e intascare, e il delinquente sarebbe un altro figlio, quello per bene che cerca di impedire questo ennesimo crimine! Storie di ordinario squallore!
In Portogallo è al governo la vera sinistra e le cose stanno decisamente migliorando ... guai a parlarne!
Si festeggia anche a Parma e con tanta gente il Capodanno kurdo.

"L'impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale." (Lucio Dalla)


Alfabeto nicaraguense


martedì 14 marzo 2017

Commemorazione delle Carzole - parte 1









Brescia Photo Festival

Ottima la prima! Questo il commento a caldo sulla prima edizione del Brescia Photo Festival. Già ottimale il fatto che si svolga abbastanza vicino a casa e poi in una cittadina che si attraversa a piedi senza impazzire ed è anche decisamente carina ed a me quasi sconosciuta. Quando ho chiesto la prima informazione ad un vigile circa il Museo di Santa Giulia e mi ha risposto "segua i maratoneti", ho avuto un momento di sgomento! Ottime le due locations visitate. Al Museo Santa Giulia c'è l'eccezionale mostra di Steve McCurry "Leggere", allestita benissimo e nel complesso eccezionale, e se poi si va sul dettagli si ammirano anche alcuni capolavori. Come sempre interessante la grande doppia mostra allestita per Magnum. Sosta pranzo in un ristorante giapponese non male quindi passeggiata piacevole per Brescia e visita al MOCA. Si inizia con due ottime mostre libere, una dedicata alla visione femminile con foto e didascalie notevoli sia per umorismo che per aforismi, proprio bella! L'altra dedicata a diversi giovani autori che hanno stampato in vari modi per lo piu antichi le loro foto ... diverse le chicche. Favolosa la mostra sulla Cina del 1959 di Garrubbia e bellissima la prima sezione dedicata ai fotoreporter italiani. Gran finale con Uliano Lucas. Un gran bel Festival della fotografia, per info www.bresciaphotofestival.it e dura qualche mese!

Pesci spada


lunedì 13 marzo 2017

Immagini da Celleno

http://www.marcocavallini.it/celleno.html
28 fotografie su Celleno, un paesino abbandonato nel viterbese.

Chiavi curiose di febbraio

ontemporanea
quante banconote rumene esistono
soldi iraq con tre cavalli
prezzi caffe georgia
rosso bianco nero nei chorten
se il lavoro fosse un merito l asino sarebbe carico ci medaglie
trama india madre negativo giornalista
un asciugamano per prendere il sole parole crociate
unctappo rotondo non chiude un buco quadrato
templi bianco mingun myanmar 

L'arte di Roberto



domenica 12 marzo 2017

Anno 2017 - parte 11

Si, sono stato in Nicaragua ... lo sognavo da tempo e ne sono rimasto folgorato, un gran paese con poche risorse e abbondanza di dignità, solidarietà e disponibilità. Non so mi è quasi sembrato di visitare a distanza un altro Vietnam con una storia tanto simile e con un grande sogno per cui combattere. 
In patria non mancano gli scandali politici e "finalmente" qualcuno pensa che non sia il caso di parlare solo di Virginia Raggi!
A Fidenza si discute animatamente di un consiglio comunale saltato, qualcuno però dice che discutere di democrazia è inutile ... mi fa specie sentirlo dire da chi democratico si definisce per statuto, a prescindere dall'argomento di discussione.
Erdogan accusa la Germania di essere ancora governata da nazisti ... pare che non sia una barzelletta!
Con l'età che avanza mi scontro con il jet lag!!
Già i furti sono in netto aumento, e la gente geniale vede bene di aiutare i delinquenti tenendo insieme nelle borse carta bancomat e pin ... una nuova moda : complimenti!
Esiste gente che vive solo per i soldi con una dignità pari a zero, che distrugge le famiglie e vive come un verme, questa gente pretende anche di essere capita e stimata ... beh magari almeno la mia stima se la sogna!
OK, premesso che al Milan venerdi sera secondo me hanno rubato la partita con la Juve e mi hanno rovinato la serata, sarebbe ora di pensare che in Italia i problemi sono più seri!

Il monaco con le nike


venerdì 10 marzo 2017

Magellano

Non ho letto tantissime biografie nella mia vita, ma questa del grande Magellano scritta da Stefan Zweig è proprio bella. Si legge come un romanzo, e ci si appassiona alla grande. Ne emergono personaggi quasi sconosciuti ma decisamente affascinanti. Autore di una scoperta rivoluzionaria che purtroppo il progresso ha reso inutile.

Manghi